manuali assistenza, libretti d'uso, cataloghi ricambi, fascicoli tecnici, analisi dei rischi, traduzioni

 Domande

 Contatti

 

DIRETTIVA MACCHINE E MANUALI TECNICI

I manuali di assistenza, i libretti d'uso, la documentazione tecnica di dispositivi, apparecchiature e macchinari venduti nel comprensorio UE, devono riportare la simbologia CE. Con l’istituzione del Marchio CE, la Comunità Economica Europea ha inteso tutelare il consumatore nei confronti dei rischi che l’utilizzo di apparecchiature (anche elementari) può comportare.

Conseguentemente ha investito il costruttore, il rivenditore e l'acquirente, di responsabilità, sanzionabili in sede civile e penale, in relazione a incidenti di qualsiasi natura riconducibili alle apparecchiature vendute/acquistate.

Ecco perché ogni costruttore, apponendo il Marchio CE al proprio manufatto, dichiara ufficialmente di aver effettuato un’accurata analisi dei rischi, di averla riportata in un fascicolo tecnico, e di aver descritto i rischi residui in un manuale di Uso e Manutenzione da allegarsi al prodotto fornito al cliente.

Ed ecco perché il manuale non può essere improvvisato o, peggio, non fornito. Deve essere redatto da esperti che conoscano il problema della sicurezza ancor prima dei contenuti tecnici, perché una sola parola scritta in maniera incomprensibile (o tradotta erroneamente) può rappresentare un pericolo per l’utilizzatore e un disastro economico per il costruttore.

Si noti che la responsabilità riguarda pure il rivenditore e l'acquirente (comprese le società di finanziamento). Per questi ultimi è disponibile un servizio di consulenza per verificare la sicurezza del macchinario e della documentazione a corredo. Il report che ne scaturisce può essere successivamente spedito al costruttore/rivenditore, chiedendo di provvedere alle modifiche del caso e investendolo delle dovute responsabilità in caso di inadempienza.

EDIT si occupa di questi aspetti da sempre, mediante professionisti che ogni giorno affrontano problematiche di questo tipo.

Effettuata l'analisi dei rischi, vengono valutati i rischi residui, si redige il fascicolo tecnico e il manuale per l'utente. Tutta la documentazione è realizzata secondo la Direttiva Macchine 2006/42/CE, e secondo gli eventuali capitolati contrattuali e/o le normative applicabili nel Paese di destinazione. Per finire, i nostri tecnici controllano la dichiarazione CE (o forniscono le indicazioni per realizzarla), verificando che risponda a quanto le normative richiedono.

Qualora l'azienda disponga già di una struttura interna che si occupi della documentazione, è possibile affiancare uno o più dei nostri tecnici per verificare che la documentazione sia realizzata in modo giuridicamente inattaccabile, oppure per effettuare corsi di aggiornamento e formazione al personale preposto. Purtroppo, ad oggi si verifica spesso che la redazione della manualistica venga affidata a un progettista, a un softwarista, o comunque a una figura professionale diversa da un technical writer. Se apparentemente questo può sembrare un vantaggio ("nessuno conosce la macchina meglio del progettista, quindi nessuno meglio di lui può scrivere il manuale"), in realtà si traduce spesso in un costo supplementare e nell'insoddisfazione del cliente. Linguaggio troppo tecnico, passaggi incomprensibili, uso di sinonimi, neologismi o tecnicismi incomprensibili: ognuno di questi aspetti può generare un problema, o comunque fornire un appiglio all'avvocato della controparte nella sventurata ipotesi un giorno doveste essere citati in giudizio a seguito di un contenzioso.

Una sezione di EDIT è dedicata alla realizzazione di manuali ed help on line per software applicativi e gestionali.